la Ruota dell'anno Wicca

Benvenuti in questo nuovo articolo totalmente dedicato allo studio della ruota dell’anno wicca, i suoi attributi, i suoi significati e la sua storia oltre a numerosi approfondimenti come : 

  • la ruota dei mesi dell’anno
  • la ruota dell’anno celtica
  • la ruota dell’anno pagana
  • …e molto altro!

questi argomenti sono solo tra i principali dedicati allo studio degli 8 sabbat , se vuoi conoscere di più sulla simbologia e significati esoterici inizia subito la lettura!

ruota dell'anno wicca con cristalli

ruota dell'anno wicca

capitolo 1

che cos'è La ruota dell'anno?

la ruota dell’anno rappresenta una “convenzione” calendaristica che identifica 8 festività definite “Sabba” (in inglese sabbat) nome preso in prestito dall’epiteto con il quale gli inquisitori identificarono tutti i rituali religiosi di natura eretica e per estensione pagana, a sua volta nato dalla storpiatura della festività ebraica del Sabato.

le festività della ruota dell’anno sono prese a prestito dalle festività anglosassoni, irlandesi o germaniche , e “convenzionalmente” datate nel periodo di equinozi, solstizi, o in quei periodi dell’anno in cui molte ricorrenze popolari tendevano a cadere o festeggiare un avvenimento importante.

questo tipo di sistema fu studiato e teorizzato dall’antropologa ed egittologa Britannica Margaret Murray, (Calcutta, 13 luglio 1863 – Londra, 13 novembre 1963) i cui studi si rivelarono determinanti per la creazione di un nuovo culto stregonico conosciuto poi come la “Wicca” grazie Gerald Gardner, in particolare nel suo testo “The Witch-Cult in Western Europe”  troviamo molti elementi di studio su un culto stregonico folkloristico europeo, molti tesi inoltre sfruttarono come struttura lo studio dei culti proto ed indo-europei indentificati soprattutto nelle tradizioni di matrice celtica, è proprio la Murray a identificare un proto-Dio arcaico conosciuto come il Dio cornuto delle streghe identificato poi nella divinità continentale di Kernunnos, tali tesi furono inoltre elaborate anche sullo studio delle tradizioni Vediche indo-europee, in particola in una stesura più recente Śrīmad Bhāgavatam ( IX – X secolo sebbene secondo la tradizione vedica il testo risalga a prima del 5000 a.c) dove troviamo descritta in maniera accurata una struttura calendaristica lunisolare detta appunto la ruota dell’anno, caratterizzata da circa 12-14 mesi lunari con correzioni simil bisestili e 8 festività solari coincidenti con le feste della ruota dell’anno.

la ruota dell’anno celtica

per la presenza di numerose festività di origine celtica (soprattutto dell’area irlandese), spesso nella tradizione popolare la ruota dell’anno viene comunemente definita la ruota dell’anno celtico o ruota dell’anno celtica, sebbene questo tipo di affermazione possa essere considerata un errore di tipo storico, nelle festività e nei monumenti irlandesi troviamo numerose testimonianze di una struttura calendaristica simile, ad esempio nelle sistema di tombe di new-grange è possibile ammirare il sorgere del sole durante il solstizio d’inverno, abbiamo poi cerchi di pietre dedicati ai solstizi d’estate più le numerose feste tradizionali come Samhain dedicate alla venerazione dei morti e dei defunti.

la ruota dell'anno celtico newgrange
la tomba di new grange a nord di Dublino in Irlanda

tuttavia gli storici hanno rinvenuto un sistema calendaristico di tipo celtico (gallico) con caratteri in latino chiamato “Calendario di Coligny”, sebbene molto distante dal sistema della ruota dell’anno, alcune delle festività come Samhain ricoprono un ruolo centrale nella codificazione di questo sistema .

Calendario di Coligny
Calendario di Coligny
capitolo 2

gli 8 sabba della ruota dell'anno

secondo la superstizione e il folklore medioevale, le streghe riunite in circolo a celebrare le divinità pagane, si riunivano nel così detto “Sabba” (a volte storpiato in sabbat).

il Sabba tra origine dalla festività ebraica del “Sabato” (shabat) e spesso per estensione gli inquisitori , identificarono per estensione qualsiasi tipo di celebrazione non canonica o conforme agli standard della cristianità nel “Sabba”.

Era credenza diffusa che i sabba stregonici fossero a cadenza settimanale, alcuni celebrati sempre il sabato, altri giorni ricorrenti (a seconda della varianti regionali) erano il giovedì o il mercoledì ( soprattutto in quelle regioni in cui sopravviveva con forza un culto clandestino e deteriorato a Giove ) oppure il venerdì o il lunedì.

Forte dei connotati storici ed evocativi del “sabba” Margaret identificò nel sostantivo il termine adatto per essere utilizzato nelle 8 principali festività della ruota dell’anno :

  1. Samhain – 31 Ottobre festa dei Morti – Halloween
    festa celtica e capo d’anno celtico dove si onorano i morti e defunti
  2. Yule – 21 Dicembre – solstizio di inverno
    festa germanica medioevale probabilmente di origine latina, o comunque derivata dal cristianesimo primitivo – mitraismo romano
  3. imbolc – 2 febbraio – candlemas – candelora
    festa irlandese dedicata al pascolo delle greggi e fine dell’inverno
  4. Ostara – 21 Marzo –  Equinozio di primavera
    festività germanica dedicata alla dea Eostre
  5. Beltane – 1 maggio
    festività Irlandese Britannica, dedicata alla primavera e alla fioritura
  6. Litha – 21 giugno – solstizio d’estate
    antico mese anglosassone che oggi identifica la festa del solstizio d’estate
  7. Lughnasadh – 1 agosto – lammas
    antica festa Irlandese di matrice Olimpica – Sportiva e Agonale indetta da Lugh, come ricorrenza funebre
  8. Mabon – 21 settembre – equinozio d’autunno
    antica festività britannica dedicata alla dea Maponos

secondo la tradizione wicca moderna, fortemente influenzata dall’ermetismo, gli 8 sabba rappresenterebbero il lavoro del sole (il Dio) nell’arco dell’anno in relazione alla Dea, la sua nascita a yule, la sua infanzia a imbolc, la sua pubertà, ostara, la sua virilità amorosa beltane, il suo divenire uomo maturo litha, le sue nozze , lughdanasagh, la sua vecchiaia mabon e infine la sua morte samhain.

all’interno della ruota dell’anno wicca, abbiamo anche la celebrazione di 12/13 esbat, ovvero 13 festività luanari dedicate alla celebrazione della Luna :

  1. Luna del lupo, gennaio
  2. Luna del ghiaccio, febbraio
  3. Luna del seme, marzo
  4. Luna delle gemme, aprile
  5. Luna del fiore, maggio
  6. Luna del miele, giugno
  7. Luna del raccolto, luglio
  8. Luna del grano, agosto
  9. Luna della vendemmia, settembre
  10. Luna delle foglie, ottobre
  11. Luna della neve, novembre
  12. Luna fredda, dicembre
  13. Luna Blu, non ricorrente
    luna Blu

ruota dell’anno pagana e neopagana

dall’anno 2000 circa dalla wicca sono nati e gemmati numerosi movimenti spirituali, spesso identificati “nell’eponimo” di “Paganesimo” o “neopaganesimo”, sebbene spesso nutrano un senso di distacco e\o di ostilità nei confronti della wicca, molti dei tratti filosofici, spirituali ed escatologici sono fortemente condivisi, tra questi vi sono diversi sistemi di ruota dell’anno che tuttavia a differenza del sistema usato nella  wicca, tendono a considerare solo le festività solari (o sabba), e a tralasciare invece le festività lunari.

Esistono poi infine gruppi minori e distinti spesso ispirati alla veneratio Romana o ai dodekatheisti che utiolizzano rispettivamente il computo romano oppure greco, ma si tratta di minoranze che risiedono solo all’interno del territorio mediterraneo greco – italico.

capitolo 3

conclusioni

in questo articolo dedicato allo studio della ruota dell’anno wicca, abbiamo analizzato la storia e la creazione del sistema da parte di Margaret, abbiamo approfondito lo studio degli 8 sabba della ruota dell’anno, degli esbat e li abbiamo confrontati con la ruota dell’anno celtica e con la ruota dell’anno pagana, un sistema calendaristico volto alla ritualizzazione e venerazione  delle Divinità superiori e delle relative emanzioni, nonchè un sistema di computo calendaristico che pone l’accento sull’armonia con i cicli della natura.

letture consigliate:


riferimenti sitografici: