in questa pagina è possibile trovare un spiegazione dettagliata di cos’è lo zodiaco e una lista dei delle costellazioni che lo compongo.

cos’è lo zodiaco

la parola zodiaco deriva dal greco “ζῳδιακός” (zōdiakòs), composto dalle parole “ζῷον”(zòon) “animale – essere vivente -soggetto animato”; “ὁδός” (hodòs) “strada – percorso”, infatti in astronomia e in astrologia esso rappresenta una fascia della volta celeste, dove le costellazioni che raffigurano soggetti animati(i 12 segni zodiali, sembrano percorrere un moto in successione.
la fascia dello zodiaco si estende per 9° da entrambi i lati dell’eclittica (il percorso apparente del Sole nel suo moto annuo) e comprendente anche i percorsi apparenti della luna e dei pianeti.

lista dei 12 segni zodiacali

ariete
toro
gemelli
cancro
leone
vergine
bilancia
scorpione
saggitario
capricorno
aquario
pesci

breve storia dello zodiaco

Le stelle della fascia zodiacale erano utilizzate dagli astronomi mesopotamici come punti di riferimento per registrare la posizione del Sole, della Luna e dei pianeti ma nel V secolo a.c. (o poco prima) col perfezionarsi degli strumenti di osservazione i babilonesi preferirono dividere lo zodiaco in dodici segmenti di 30° ciascuno, assegnando convenzionalmente ad ognuno il nome di una costellazione.

In epoca seleucide (60a.c), ogni segmento venne suddiviso in dodicesimi di 2,5° ognuno, che successivamente i greci chiamarono dodecatemoria (dodici parti). Ogni dodicesimo era diviso in cinque parti di mezzo grado, attribuite a cinque pianeti.
(Di queste suddivisioni parla esempio il poeta-astrologo romano Marco Manilio nel suo libro “Astronomica”).
I segni dello zodiaco utilizzati in occidente sono quelli descritti dall’astronomo e astrologo alessandrino Tolomeo nel II secolo d.C.

lo zodiaco tra astrologia e astronomia

l’Ariete è il primo segno dello zodiaco perché anticamente iniziava proprio quando il Sole transitava per il punto in cui il piano dell’eclittica interseca il piano equatoriale terrestre, al momento cioè dell’equinozio di primavera.
Tale punto è detto vernale o anche primo punto d’Ariete o punto gamma, e vede l’eclittica entrare nell’emisfero boreale della Terra.
Oggi il periodo del primo segno zodiacale (l’Ariete) inizia il giorno dell’equinozio di primavera, il 21 marzo, ma il Sole è ancora nella costellazione dei Pesci, dove rimane fino a metà aprile A causa della precessione degli equinozi.

a causa della precessione Le costellazioni sono sempre meno sovrapposte alle omonime suddivisioni di origine nello zodiaco, e si discostano da queste di circa un grado ogni 72 anni. Essendo la precessione un fenomeno ciclico, la corrispondenza approssimativa tra segni e costellazioni si ripresenta dopo 25.800 anni circa.

le ere astrologiche

proprio a causa di questo discostamento ciclico, il periodo temporale in cui una determinata costellazione (dello zodiaco) occupa il primo dodecade zodiacale (ariete) viene nominato:
era zodiacale, era astrologica, età astrologica o eone.
questo periodo di tempo dura convezionalmente circa 12 cicli da  2140 anni ciascuno, e viene nominato sempre con il nome della costellazione in transito al primo dodecade.
Questa era è convezionalmente inziata l’anno 1 d.c. e viene nominata era dei pesci; a causa del moto retrogado delle costellazioni zodiacali la prossima era sarà l’era dell’acquario e inizierà nell’anno 2141 d.c.

Nell’astrologia occidentale tradizionale, detta “tropica”, si fa riferimento alla posizione del punto gamma valida circa all’inizio dell’era cristiana, ma ancora utilizzata all’epoca del primo ampio manuale astrologico, il Tetrabiblos di Claudio Tolomeo, in modo che le previsioni restino ancorate al ciclo delle stagioni In altre tradizioni astrologiche, come quella indiana, detta “siderale”, si fa invece riferimento alla posizione attuale del punto vernale: le previsioni, in questo caso, sono ancorate alla posizione reale delle costellazioni zodiacali.

torna a portale astrologia

suggerimenti ?
contattami!
0