Anticamente Venere era studiata a seconda che si presentasse come stella mattutina o stella serale. Nella prima manifestazione era indicata come
Venere Lucifero (apportatrice di luce) e simbolicamente considerata come “araldo” del Sole; come stella serale invece era identificata con Venere Espero.
Queste diverse posizioni di Venere esprimono due modi differenti attraverso i quali il pianeta colora la vita emotiva dell’uomo.

vespero e lucifero
vespero e lucifero rispettivamente raffigurati con la torcia abbassata e alzata, in un’icona legata al culto Mitraico Romano

Per individuare se in un Tema natale Venere si presenta come simbolo di Lucifero o di Espero basta guardare in quale segno zodiacale si trova.

Se è un segno che nel cerchio dello Zodiaco viene prima del segno di nascita sarà mattutina, in caso contrario serale. Per esempio, se una persona del Toro ha Venere in Ariete si tratta di Venere mattutina o Lucifero; se un nativo del Toro ha Venere in Gemelli si tratterà di stella serale o Espero.

venere lucifero venere espero

Venere Lucifero: prima le emozioni

Un tema natale che presenti una Venere Lucifero indica un tipo di emotività che “corre davanti al sé”. Questo non significa necessariamente una vita emotiva completamente estroversa o incontrollata e particolarmente intensa (anche se spesso è proprio così … ). Caratterizza una persona che vive per incontrare il mondo, una persona che sembra far dipendere i destini della vita stessa dagli esiti dell’incontro (e anche da “chi” va a incontrare). L’attesa generata da questo è causa ed effetto del rapportarsi del soggetto con l’esterno: qualora questa sua aspettativa sia stata frustrata e la persona profondamente delusa in questa sua speranza, la reazione può essere quella di un comportamento freddo e distaccato che altro non è, però, che una maschera difensiva.
Venere Lucifero indica spesso un senso d’insicurezza che porta a considerare i sentimenti come “guide” e “segnali”. L’individuo “sente” e giudica le persone e le situazioni sulla scorta di “intuizioni”. Possiamo dire che il suo giudizio discerne i buoni e i cattivi in funzione del suo stato d’animo (più o meno recettivo) e del momento. Anche l’agire, che è funzione che possiamo associare certamente più a Marte che a Venere, è condizionato dal “come” l’individuo “sente” di dover agire. Non è difficile trovare, tra coloro che hanno una Venere Lucifero, dei “trascinatori” che emanano “un calore di sentimenti”.
Una Venere di questo tipo, quando è forte nel tema, “dà forma alla liberazione spirituale dell’energia solare”. Ecco che quindi l’individuo “cerca di proiettare la sua visione e finalità sulla vita, cerca di imprimere sulla società il suo essere essenziale. Si sente un messaggero … Egli versa il suo sé emotivamente e spesso orgogliosamente nelle sue creazioni”. Qualche esempio? Richard Wagner, Napoleone l, F.D. Roosevelt, Mussolini, Maria Montessori, Jean Jacques Rousseau.

Venere Espero: sentimento dopo l’azione

Le caratteristiche di Venere Espero vengono così sintetizzate dall’astrologo Rudhyar: sentimento dopo l’azione, ovvero quel tipo d’emozione che deriva da un atto compiuto e del quale costituisce un giudizio. L’azione viene giudicata solo dopo essere avvenuta. In teoria Venere Espero può essere letta come un’indicazione di saggezza emotiva o maturità, proprio come l’insicurezza di Venere Lucifero può essere riferita alla fase adolescenziale. Tuttavia, nonostante una netta preponderanza di cosi d’equilibrio, anche nei soggetti nati con Venere stella serale si possono trovare persone altamente emotive. E però un’ emotività che possiamo definire “tesa, passionale e talvolta distruttiva” perché l’eccesso scaturisce da frustrazioni e paure. Per Rudhyar una Venere Espero che si dimostri fortemente emotiva tradisce la presenza di un complesso d’inferiorità o materno. Quindi questa Venere potrà anche essere emotiva, ma non lo sarà in maniera spontanea e immediata.
Tra i nati con Venere stella serale ricordiamo George Washington, lke Eisenhower, Albert Einstein, Winston Churchill, Francis Bacon.