dall’articolo di evocazione ed invocazione vine qui ripreso quello che probabilmente è il rituale di invocatio più antico di cui si abbia traccia storica.

rituale di invocatio: Esiodo

(dalla Teogonia di Esiodo)

Cominci il canto mio dalle Muse Eliconie, che sopra
l’eccelse
d’Elicona santissime vette han soggiorno,
con i molli pie’ d’intorno alla cerula fonte
danzano, intorno all’ara del figlio possente di Crono.
Esse, poiché nel Permesso lavate han le tenere membra,
o d’Ippocrène nell’acque, oppur del santissimo Olmèo,
intreccian d’Elicona sui vertici sommi, carole
agili, grazïose: ch’è grande virtù nei lor piedi.
Di qui balzando poi, nascoste entro veli di nebbie,
muovon di notte, attorno spargendo la morbida voce,
per esaltar nell’inno l’Egíoco Giove, e Giunone
a venerabile Dea, che muove con sandali d’oro,
e la figliuola di Giove signore dell’ègida, e Atena
occhiazzurrina, e Apollo, e Artèmide vaga di frecce,
Posidóne, il Dio che cinge, che scuote la terra,
e Teti veneranda, Ciprigna dagli occhi fulgenti,
Dióna bella, ed Ebe dall’aurea ghirlanda, Latona,
Giapèto, Crono acuto pensiero, ed Aurora e Selène
lucida, ed Elio grande, e Ocèano immenso, con Gea,
con Notte negra, e tutta la stirpe dei Numi immortali.

rituale di invocatio cattolico : epiclesi

(cristianesimo latino)

Veni sanctificator omnipotens æterne Deus

suggerimenti ?
contattami!
0