santa lucia svezia
festeggiamenti di santa lucia in svezia

La festa di S.Lucia che cade nel 13 dicembre ha sempre affascinato gli studiosi, ed una delle feste natalizie più sentite in molti regioni d’europa.
Ma quali sono le origini di questo culto?

storia e origini di un culto di più popoli

Quello che è attestato ovviamente è che nel giorno 13 dicembre la santa morisse a siracusa, tanto da venir celebrata e ricordata nella tradizione cristiana (citata anche nella divina commedia dantesca). Tuttavia pare che il culto alla santa servisse a soppiantare tradizioni pagane sopravissute nell’area padana nel periodo del solstizio d’inverno, visto che prima che il calendario gregoraino venisse riformato escludendo alcuni giorni, il 13 dicembre coincideva con la notte più lunga dell’anno.
Tuttavia  e molto incerto quali fossero le origini del culto, alcuni gruppi neopagani vorrebbero far risalire il culto alla tradizione di yule in onore delle nuovi luci testimoninado che il nome lucia (femminile di lucius/lucifero radice lux nome dato ai bambini nati alle prime luci dell’alba) fosse in onore della nuova luce. Tuttavia è lecito credere che se vi fosse una corrispondenza pagana questa non vada trovata nella “luce” ma nell'”ombra” della notte più lunga dell’anno festeggiata dai popoli germanici come modraniht, quindi è ipotizzabile che durante la conquista normanna i popoli nordici portaro con se tratti della loro cultura in sicilia tanto che ancora oggi in svezia viene eletta una rappresentante della santa che partecipa alla processione di siracusa.( anche se è attestano che la conquista normanna sia del 1010 e la santa morì circa nel 300 d.c.)
Quel che certo è che probabilmente Lucia è una trasposizione della greca Artemide, visto che proprio nella città di siracusa si offriva culto a questa dea e che il suo numero è proprio il numero 13.


ISCRIVITI alla mia news-letter!!

Condivi l'articolo su facebook! hai dei suggerimenti ?
contattami!

Lascia un commento