HomeIndexportale astrologiai significati esoterici ed occulti dell’eclissi solare

L’eclissi Solare o Eclissi di Sole , è un fenomeno ottico che per la sua rarità e spettacolarità ha sempre colpito e affascinato l’immaginario collettivo, suscitando spesso atteggiamenti di spavento e superstizione da parte delle diverse popolazioni…

eclissi solare
un’eclissi di sole

l’eclissi solare

Un’eclissi solare  è un tipo di eclissi (dal lat. eclipsis, gr. ἔκλειψις, der. di ἐκλείπω «abbandonarevenir meno, mancare, sparire»), ovvero un noto fenomeno ottico-astronomico, abitualmente associato al sistema “Sole-Terra-Luna”, caratterizzato dall’oscuramento di tutto, o di una parte, del disco solare da parte della Luna, visto dalla Terra; per estensione un Oscuramento totale o parziale di un astro, provocato dall’ interposizione di un altro corpo celeste tra esso e il punto di osservazione.

Si tratta di un evento piuttosto raro poiché,  ad ogni novilunio Sole, Luna e Terra dovrebbero  essere perfettamente allineati tra piano equatoriale celeste e piano dell’eclittica: per la meccanica celeste ciò accade sporadicamente, ovvero quando la Luna, la cui orbita è inclinata di circa cinque gradi rispetto all’eclittica, interseca quest’ultima in un punto detto “nodo“.

In novilunio, se la Luna si trova tra il Sole e la Terra nell’ipotetica intersezione dei due piani, detta “asse nodale” o “linea dei nodi”, allora essa proietta la sua ombra su una porzione della superficie terrestre, dalla quale, appunto, si assisterà così ad un’eclissi solare.
Se invece il nodo si trova dalla parte opposta, si assisterà ad un’eclissi lunare, questa volta, ovviamente in plenilunio.

eclisse solare grafico
grafico rappresentativo di un’eclissi solare

Tipi di eclissi solari

Quando Sole-Terra-Luna sono perfettamente allineati, la Luna proietta un preciso e ristretto cono d’ombra sulla superficie terrestre dell’emisfero esposto al Sole lungo una ristretta fascia geografica terrestre, mentre nelle aree circostanti l’ombra della Luna sarà molto più estesa e, tuttavia, più debole e solo parziale, in quello che viene comunemente detto “cono di penombra”. È questo il caso generico di una eclissi solare, che viene comunemente chiamata centrale.

Sequenza dell’eclissi solare totale del 1999, vista in Francia

Esistono infatti, delle eclissi per le quali i tre astri non sono perfettamente allineati, pertanto soltanto una piccola fetta dell’emisfero terrestre viene oscurata, e sempre e soltanto dal cono di penombra, dando così origine solo a delle eclissi sempre parziali per tutti i punti di osservazione terrestri. Ne consegue che le eclissi “non centrali” spesso non sono di particolare interesse.

Le eclissi solari centrali invece sono molto studiate, e si suddividono, a loro volta, in: eclissi solare totale, eclissi solare anulare, eclissi solare ibrida.

Eclissi  totale

durante la fase centrale, è possibile studiare con facilità la cosiddetta corona solare. Il fenomeno si verifica soltanto se la Luna è ad una distanza dalla Terra tale da farla apparire di diametro angolare lievemente maggiore di quello del Sole. Se ciò non dovesse realizzarsi, ovvero la Luna mostrasse un diametro angolare apparente minore di quello del Sole, si osserverà un suggestivo anello luminoso.

In una eclissi solare centrale totale, la Luna proietta sulla Terra un lungo percorso di oscuramento, detto percorso del  “cono d’ombra“, altresì chiamato “corridoio d’ombra”, “fascia di totalità” o “percorso della totalità” e che, tuttavia, colpisce soltanto una strettissima porzione terrestre, lungo tutto il percorso dell’eclissi , largo in media circa appena un centinaio di chilometri.
Soltanto in quelle aree geografiche, si può ammirare significativamente il fenomeno della totalità,  ad occhio nudo.
La luminosità del cielo diminuisce in pochi secondi, quasi come se fosse notte, per poi riapparire, sempre repentinamente, dopo pochi minuti.

Eclissi  parziale

Sia prima e dopo la fase della totalità, e nelle aree geografiche non all’interno del cono d’ombra, in particolare nelle aree geografiche del “cono di penombra“, l’eclissi sarà solo parziale, di durate di tempo del fenomeno molto maggiore e visibile da aree più estese, un fenomeno comunque sempre apprezzabile,  tuttavia meno suggestivo rispetto a quello totale.

Eclissi  anulare

Poiché l’orbita della Luna è leggermente ellittica, la distanza della Luna dalla Terra non è costante, e quindi l’eclissi non è sempre totale.
Nell’eclissi anulare, la Luna è nel punto più lontano della sua orbita e il cono d’ombra non giunge fino alla superficie terrestre: ciò si verifica in quanto il diametro angolare del disco della Luna si mantiene minore di quello solare.
Quindi durante un’eclissi anulare è come se del Sole ne fosse rimasto un anello luminoso durante la fase centrale, e quindi la Luna è troppo lontana dalla superficie terrestre per occultare completamente il disco Sole .

Anche l’eclissi solare anulare,, prevede un percorso del cono d’ombra simile a quello della totale, pertanto, in quelle ristrette aree geografiche terrestri, si vedrà una cosiddetta eclissi solare totale anulare.

Eclissi solare in astrologia

Fu grazie alle eclissi che si poté studiare meglio la volta celeste e tra l’altro si cercò di capire quanto potessero durare gli effetti di questo fenomeno.
Secondo Tolomeo gli effeti dell’eclissi solare durerebbero tanto quanto la durata in ore del fenomeno ottico, quindi circa tre anni e mezzo.

importante inoltre è la congiunzione astrologica dei due luminari (sole e Luna) che dovrebbe rappresentare l’unione del se maschile e femminile, conscio e subconscio.

Tuttavia molto si è dibattuto sull’unione di tali fenomeni, tanto da arrivare a diverse considerazioni:

  1. la prima prevede la considerazione più folkloristica, ed è la teoria più comunemente accettata: ovvero che l’oscuramento del disco solare da parte dell’astro lunare (questa volta tinto di nero), sia di fatto un segno nefasto, in quanto i due astri rappresenterebbero in questa posizione due “anti-Luminari” con significati diametralmente opposti  e quindi di natura nefasta, in particolare questo tipo di interpretazione viene in particolar modo riferita a tradizioni astrologiche molto antiche dove individuerebbero nell’astro lunare l’azione di Lilith o rahu.
    Inoltre poi, secondo gli astrologi più moderni la luna frapponendosi tra la terra e il sole, non solo bloccherebbe la luze e la radiazione solare, ma bloccherebbe gli influssi “positivi” della stella sul nostro pianeta (in una visione molto filo-Helio-Centrica)
  2. esiste anche una branca di astrologi (in minoranza) che considera invece l’associazioni dei due astri come una associazione apparentemente nefasta, ma in realtà di natura proficua dove la luna “spegnerebbe” il Chaos delle distrazione mentali, per concentrare la forza del subconscio e dalla psiche in una nuova direzione , caratterizzata dall’ opulenza spirituale più che dall’ opulenza materiale, rappresentato anche dal sonno apparente degli animali, un richiamo alla meditazione.
  3. occorre richiamare anche alla mente interpretazioni astrologiche più antiche dove gli effetti dell’ eclisse avrebbero coinvolto non il tanto il destino dei singoli individui, ma l’interesse di specifiche nazioni o dei monarchi delle stesse, profetizzando la caduta di imperi e imperatori e aspre rivolte popolari nei confronti degli stessi.
  4. infine molti astrologi concordano che gli effetti dell ‘eclissi si esprimano maggiormente nel collettivo nella casa astrologica, coinvolta dal fenomeno ottico

interpretazione Misterica dell’ eclissi solare

 

sicuramente l’ eclisse è un momento molto particolare che interessò tantissimo anche gli studi pitagorici, vendendo nel’eclissi gli effetti dell’anti-terra frapporsi tra il sole ed Hestia.
l’eclissi è un richiamo alla dimensione meditativa e trascendente dell’universo, al distacco, ad abbandonare gli inganni della dimensione esteriore, richiamando il magista all’attenzione delle virtù trascendenti esprimibili nella dimensione della propria imago, scandite dalle multi-coscienze  e dalle soglie del Censore.

Per questo il momento di Eclissi è esprimibile anche nell’immagine della torre dei tarocchi, dove un fulmine improvviso, un eventi relativamente rapido ed immediato determina la caduta delle maschere e la caduta di fasi dei e falsi imperatori, proprio per questo motivo l’immagine dell’eclissi e stata per secoli correlata alla caduta di imperi e monarchi, simulacri del vero potere detenuto invece in egual misura da Divinità quanto dal Popolo.


leggi anche eclissi lunare


Partecipa al Canale Telegram!
https://www.templumdianae.com/wp-content/uploads/2019/11/dark_purple_bottom_divider.png

Blog


Partecipa al Canale Telegram!