La canicola, aggettivo spesso usato come sinonimo del momento più caldo della giornata, conosciuta sotto il medesimo “epiteto” sin dall’epoca classica, ha sempre rappresentato nella grammatica “volgare” i giorni più caldi dell’anno…

la canicola
un curioso volantino comparso sulle isole canarie durante le feste dei periodi più caldi dell’anno

cos’è la Canicola

La Canicola é il periodo tra 24 luglio e 26 agosto, durante il quale la stella Sirio ( stella Canicola) della costellazione del canis major leva e tramonta insieme al sole, proprio per questa caratteristica e il caldo torrido del periodo estivo, si credeva che fosse il calore delle due stelle sommato a generate le ondate di calore tipiche del periodo e i correlati problemi di salute, tanto che tra le culture classiche (Romani e Greci) Sirio era visto come astro “negativo” e si era soliti propiziarsi il favore divino attraverso alcuni riti propiziatori, come il sacrificio del Cane.

il canis major nelle altre culture europee

Nella tradizione Egizia, le considerazioni sulla stella sono controverse, esattamente come le considerazioni alla divinitá ad esse collegata:Seth.

Curiosa invece nel folklore Francese, la festa dedicata a S.Guinefort Informazioni sul culto , festa che probabilmente unisce antiche feste pagane, inserendole nel contesto cattolico, in modo simile nelle isole canarie sopravvive la festa de “La Bajada de la Rama di Agaete”, dove avviene la rievocazione de “la Suelta del Perro Maldito” (un Diavolo vestito da Cane correrebbe per il paese portando la gente al panico), pare che questa festa fosse collegata ad un’altico culto dell’isola ( comosciuta anche come l’isola dei cani) atto a propiziarsi una divintá maschile dal volto di cane risiedente nell’isola, identificata poi nella figura di Marte/Seth.

(riferimenti a queste festività compaiono nel romanzo di V.Evangelisti Picatrix – la scala per l’inferno.)

Da punto di vista dell’influenza sull’uomo é curioso come l’astro e il periodo, portino gli individui all’esuberanza e ad un’ inebriante tempesta ormonale, spingendo gli uomini lontano dai confini della ragione, prossimi alla malizia e alla lussuria, regalando loro attitudine e piacere per il piacere


riferimenti sitografici: