sia che siano biscotti, focacce o forme di pane, molto spesso nella tradizione popolare troviamo dolci e libagioni dalle forme selvatiche, retaggio di un’epoca assai remota dove queste libagioni sustituirono l’immolazione animale agli Dei, ne è un esempio la focaccia a forma di cervo dedicata ad Artemide, il pane di Artemide.

pane di artemide
biscotti di pastafrolla a forma di cervo, con glassa come decorazione

il pane di Artemide nella storia

come spiego nell’articolo dedicato al mese di Artemide, si era soliti offrire alla Dea e al popolo delle focacce a forma di Cervo, a lei sacro.
In questo articolo esporrò due ricette:

  • la ricetta originale del pane greco
  • una variante moderna dolce

In entrambe le ricette il pane può essere modellato manualmente , o con delle formelle a seconda delle necessità.

il pane di artemide: ricetta della tradizionale pita greca.

pita greca
pita greca

la pita (secondo alcuni la pizza primitiva) è una delle ricette di pane più conosciute nell’antica grecia.

ingredienti per 8 pani:

  • Farina 00: 250 g
  • Farina Manitoba: 250 g
  • Acqua 300: mlSale fino: 12 g
  • Malto: 1 cucchiaino
  • Lievito di birra secco: 4 g
  • Olio extravergine d’oliva: 30 g

preparazione:

Per pareparare le pita, versate il lievito di birra disidratato (in alternativa potete usare 12 g di lievito fresco) in una ciotolina, aggiungete poca acqua tiepida e il malto (o lo zucchero). Mescolate bene per far sciogliere tutti gli ingredienti e unite il composto alle due farine che avrete setacciato dentro ad una ciotola capiente.

Impastate con la punta delle dita . Nella restante acqua tiepida sciogliete il sale  e unite l’olio.

Versate l’acqua con il sale e l’olio a filo sulla farina  e impastate fino ad ottenere composto ben amalgamato. Trasferitelo su di una piano di lavoro e continuate a lavorare l’impasto, che dovrà risultare liscio ed elastico e modellatelo come una palla . Fate lievitare l’impasto delle pita in una ciotola oliata e ricopritela con pellicola trasparente . Mettete a lievitare nel forno spento ma con la luce accesa, per accelerare la lievitazione, per due ore. Quando l’impasto avrà raddoppiato di volume dividetelo in 8 parti del peso di circa 100 gr l’una e date ad ogni pezzo la forma di pallina .
Stendete con un matterello fino ad ottenere delle sfoglie leggermente ovali di circa 2 mm di spessore e 20 cm di diametro, a queste punto potrete modellare i pani manualmente o con delle formelle per ottenere la forma desiderata di cervo.

Sistemate le pita su una leccarda, foderata con carta forno, in modo che non siano attaccate tra loro e spennellatele leggermente con un’emulsione di olio e acqua .

Lasciatele lievitare coperte con della pellicola per almeno 40 minuti, ancora in forno spento ma con la luce accesa. Terminata la lievitazione, spruzzatele ancora con dell’acqua e spostate le pita insieme alla carta forno su un’altra leccarda già riscaldata in forno statico a 250°. Infornate le pita per 5 minuti, il tempo che si dorino nella parte inferiore e restino bianche in quella superiore…
Il vostro pane di Artemide è pronto per essere usato!

il pane di Artemide: biscotti al miele

il miele è un altro elemento molto comune nella offerte alla Dea Artemide e di grand erilievo nella grecia classica, in questa ricetta un dolce moderno, il biscotto, viene unito alle tradizioni dell’antica grecia…

biscotti al miele
biscotti al miele

Ingredienti per 40/50 biscotti:

 

  • Burro; 100 g
  • Miele; 50 g
  • Uova medie; 2
  • Cannella in polvere; 1 cucchiaino
  • Chiodi di garofano macinati; ½ cucchiaino
  • Zucchero; 150 g
  • Lievito in polvere per dolci; 5 g

preparazione:

Per preparare i biscotti al miele, iniziate ponendo in una ciotola capiente (o sopra una spianatoia), 300 g di farina a fontana (restate indietro di una 50ina di g e regolatevi se vi servirà successivamente), lo zucchero, il burro, il miele (meglio di tipo più compatto) , le due uova, le spezie e il lievito ; mettete tutto in una planetaria e impastate bene gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.

Se l’impasto dovesse risultare troppo molle e appiccicoso (a causa della tipologia di miele utilizzata), aggiungete fino a 50 g massimo di farina .
Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e ponetelo in frigorifero per almeno un’ ora.Trascorso il tempo necessario, prendete l’impasto e stendetelo su di una spianatoia, dandogli uno spessore di circa ½ cm; con stampini a forma di cervo o impastandolo manualmente. ricavate varie sagome dall’impasto, che a mano a mano adagerete su di una teglia foderata con carta forno, distanziandole di 2-3 cm una dall’altra. Quando avrete riempito la prima teglia, infornatela a 180° per circa 15 minuti (o non appena i bordi dei biscotti cominceranno a colorirsi leggermente).

Quando i biscotti si saranno raffreddati potete decorarli con la glassa con l’aiuto di un cucchiaino e poi con la codetta o gli zuccherini.
Se non gradite particolarmente la glassa sopra i biscotti, in alternativa, prima di infornarli, potete applicare al centro di ognuno di essi mezza mandorla sbucciata, e spennellarli poi interamente con dell’uovo sbattuto, che dopo la cottura, li renderà lucidi ed invitanti. Lasciate asciugare la glassa dei biscotti e poi conservateli in una scatola di latta.

i vostri dolci sono pronti per essere offerti e gustati insieme alla Dea!


 

 

 

0