Il Futhark o alfabeto runico prende il nome dai fonemi delle prime sei rune, e nella sua forma più antica presenta 24 simboli divisi in tre Aett da 8 rune. (aett: clan-gruppo).

futhark

rappresentazione moderna tra i nove bastoni di Odino

il futhark

Dall’evoluzione del suo sistema più antico l’elder – futhark si sono evoluti e sviluppati altri sistemi di alfabeti runici :

  • il futhark scandinavo
  • il futhark breve
  • il futhark recente
  • il futhark anglosassone.

Normalmente la maggior parte degli studiosi (e degli appassionati )tende a considerare il sistema alfabetico più antico (elder) perchè ritenuto più integro e privo di fronzoli nei propri significati.

occorre sottolineare che ancora oggi, oggetto di forte disputa , si ritiene che esistano due versioni alfabetiche distinte in circolazione :

  • il primo sistema con la runa dagaz finale
rune dagaz finale
rune dagaz finale
  • il secondo sistema con la runa othala finale
rune othala finale
rune othala finale

 

I due sistemi runici differiscono per la posizione delle due ultime lettere (othala e dagaz) e non è ancora chiaro se questa differenza dipenda da culture differenti, oppure è legata a distinzioni puramente accademiche in seno a differenti associazioni nordiche moderne.

L’alfabeto Futhark nei tre Aettyr

Aett di Freya

ff/f/*fehu“ricchezza, bestiame”
uu/u(ː)/?*ūruz“uro” (o *ûram “acqua/scorie”?)
th,þþ/θ/, /ð/?*þurisaz“il dio Thor, Jötunn”
aa/a(ː)/*ansuz“Áss (dio)”
rr/r/*raidō“cavalcata, viaggio”
kk/k/?*kaunan“ulcera”? (o *kenaz “fiaccola”?)
gg/g/*gebō“dono”
ww/w/*wunjō“gioia”

 

Aett di Heimdall

h hh/h/*hagalaz“grandine”
nn/n/*naudiz“bisogno”
ii/i(ː)/*īsaz“ghiaccio”
jj/j/*jēra-“anno, buon anno, raccolto”
ï,ei
ï (o æ)
/æː/(?)*ī(h)waz/*ei(h)waz“tasso”
pp/p/?*perþ-significato incerto, forse “pero”.
zz/z/?*algizincerto, forse “alce”.
s ss/s/*sōwilō“Sole”

Aett di Tyr

tt/t/*tīwaz/*teiwaz“il dio Tiwaz”
bb/b/*berkanan“betulla”
ee/e(ː)/*ehwaz“cavallo”
mm/m/*mannaz“Uomo”
ll/l/*laguz“acqua, lago” (o forse *laukaz “porro”)
ŋ ŋ ŋŋ/ŋ/*ingwaz“il dio Ingwaz”
oo/o(ː)/*ōþila-/*ōþala-“patrimonio, tenuta, beni”
dd/d/*dagaz“giorno”

 


sezione principale degli articoli sulle rune


riferimenti sitografici:

 

Lascia un commento