dal classico…

Diana, figura congiunta alla Greca Artemide, figlia di Latona e Zeus, gemella di Apollo, è sicuramente una delle figure e deità che più ispirano il panorama moderno, perchè quando si parla di Diana è impossibile non pensare ad argomenti controversi quali la magia e la stregoneria.
Inevitabilmente la mente si sposta e si concentra a immagini ritmate a cicli bucolici, dove il sacro e il profano scandiscono misteri occulti collimati a superstizioni popolari.

olimpo

…al moderno

Sebbene molti degli attributi “occulti” legati alla “Dia” sia da ritenere, opera di speculazioni letterarie recenti,  è possibile rintracciare all’interno del panorama storico e dell’epica classica, orme di un’antica divinità mysterica e Luciferina, che però molto si discosta dalla vergine lunare trina e casta, spesso al limite dell’ingenuità, dipinta in modo coatto e romanzato della letteratura Naturista -positivista contrapposta al decadentismo Vittoriano, entrambe presenti nello pseudo-romanzo “i canti di Aradia” di Leland.

Diana Olympia

È proprio da questo “incipit” e retroscena culturale “underground”, che il progetto” le cronache  di Diana”, cerca di trarre un filo-logico partendo dall’epoca classica riscoprendo le orme e i passi di una Dea, che il fato o forse il caso, hanno consacrato alla leggenda e a Regina dell’Olimpo; unica superstite di una stirpe Aurea che per millenni decise le sorti dell’umanità…

Da qui inizia la storia di Diana Olympia

 

torna alle cronache di diana

0