HomeCategoryricette Archivi - Templum Dianae

https://www.templumdianae.com/wp-content/uploads/2020/06/ricetta-tortelli-derbette.jpg

conosciuti come tortelli verdi, tortelli parmensi o parmigiani come tortelli d’erbette, le ricette dei tortelli d’erbetta sono tra le più diffuse nell’area del Parmense, nella bassa (pianura) tanto quanto nelle zone di collina e di montagna, tuttavia esistono tre differenti ricette tradizionali per questo piatto tipico, che oltre essere uno dei più antichi della zona, conserva...

https://www.templumdianae.com/wp-content/uploads/2020/06/honey-cake-for-litha.jpg

Dorate, dolce e quasi luminose, questa torte al miele sono l’ideale per celebrare i rituali di solstizio d’estate o di Litha, da servire durante l’agape rituale oppure da lasciare come offerta  alle divinità sul proprio altare! Perchè le torte al miele? Attraverso moltissime culture europee e mediterranee, gli antichi consideravano il miele  un dono diretto...

https://www.templumdianae.com/wp-content/uploads/2018/10/ossa-dei-morti.jpg

” le ossa dei morti” sono un dolce tipico Emiliano, sopratutto delle città di Parma e Reggio Emilia, ma anche un dolce tipico della regione Sicilia… anche se le ricette tendono ad avere impasti e ingredienti differenti… Normalmente la tradizione popolare colloca il consumo di tale alimento durante la commemorazione dei defunti e di Ognissanti…...

https://www.templumdianae.com/wp-content/uploads/2018/03/pane-cervo-002.jpg

sia che siano biscotti, focacce o forme di pane, molto spesso nella tradizione popolare troviamo dolci e libagioni dalle forme selvatiche, retaggio di un’epoca assai remota dove queste libagioni sostituirono l’immolazione animale agli Dei, ne è un esempio la focaccia a forma di cervo dedicata ad Artemide, il pane di Artemide. il pane di Artemide...

https://www.templumdianae.com/wp-content/uploads/2018/02/focaccia-senza-lievito.jpg

Solmonad – il mese del sole – era particolarmente festaggiato presso gli antichi anglo-sassoni preparando delle piccole torte salate (probabilmente senza lievito), per ingraziarsi il favore degli Dei e augurarsi un futuro prospero raccolto. La caratteristica di queste torte era quella di essere ruvida e porosa, e di natura “schiacciata”, difatto dei piatti del tutto...