SEGNO ZODIACALE DEL CANCRO: CARATTERISTICHE, DATE E ALTRO ANCORA

Segno zodiacale del Cancro: caratteristiche, date e altro ancora
Caratteristiche e panoramica del Cancro
CANCRO DATE: 21 giugno – 22 luglio
SIMBOLO: Il granchio
MODO + ELEMENTO: Acqua cardinale
PIANETA DOMINANTE: Luna
CASA: Quarta
MANTRA: Sento
PARTE DEL CORPO: Stomaco, cervello e seno
COLORI: Argento e Bianco
CARTA TAROCCO: Il Carro
Segno zodiacale
Significato del segno ascendente del Cancro
Cancro ascendente significa che il Cancro era il segno zodiacale che si trovava all’orizzonte orientale al momento della vostra nascita. In quanto Cancro ascendente, siete governati dall’acqua e il vostro pianeta dominante è la Luna, il pianeta delle emozioni profonde, dell’intuizione, della fertilità e del parto.

ESPLORA IL SEGNO ASCENDENTE DEL CANCRO
Altri oroscopi giornalieri del Cancro per voi
Cancro Amore Quotidiano
22 dicembre
Cancro Lavoro Quotidiano
22 dicembre
Cancro Incontri giornalieri
22 dicembre
Il Cancro, quarto segno dello zodiaco, ha a che fare con la casa. I nati sotto questo segno dell’oroscopo sono persone “radicate” e traggono grande piacere dalle comodità della casa e della famiglia.

I Cancro sono materni, domestici e amano nutrire gli altri. È più che probabile che la loro famiglia sia numerosa: più sono, meglio è! I Cancro saranno certamente allegri se la loro vita domestica è serena e armoniosa.

Le tradizioni sono mantenute con grande entusiasmo nella casa del Cancro, poiché, in quanto governatore della quarta casa della casa e della memoria, questo segno zodiacale apprezza la storia della famiglia e ama le attività comuni. Tende anche ad essere patriottico, sventolando la bandiera ogni volta che è possibile. La buona memoria di un Cancro è alla base delle storie raccontate a tavola, e non stupitevi se queste persone si fanno prendere dalle emozioni. I nati sotto questo segno portano il cuore sulla manica, il che va benissimo per loro.

LEGGI L’OROSCOPO DEL CANCRO DI OGGI
Simbolismo e mito del Cancro
La costellazione del Cancro affonda le sue radici in molte civiltà antiche, dove è stata identificata con varie creature mitologiche dal guscio duro. Nelle credenze egizie era associata allo scarabeo, simbolo dell’immortalità. Il legame con l’aldilà continua nella cultura babilonese, dove si pensava che il Cancro fosse il dio che guidava il passaggio attraverso gli inferi e la morte.

Il granchio fa la sua comparsa nella leggenda greca, con un ruolo importante nella storia di Ercole che combatte l’Idra. Karkinos, il granchio, fu inviato dalla dea Era, che non amava Ercole, per distrarlo e dare un vantaggio all’Idra. Quando Karkinos morde Ercole al piede, lo uccide rompendogli il guscio. Come ricompensa per aver rischiato la vita per eseguire gli ordini di Era, Karkinos viene posto nei cieli, per brillare per l’eternità.

Elemento, modo e stagione del Cancro
Solstizio d’estate

Nello zodiaco tropicale occidentale, la stagione del Cancro inizia il 21 giugno, con il solstizio d’estate nell’emisfero settentrionale. Questo è il periodo dell’anno in cui il calore e la luce del sole sono al massimo, con la luce del giorno che supera le ore notturne. Da questo momento, le giornate iniziano lentamente a diminuire verso l’equinozio d’autunno, che rappresenta il secondo punto di snodo stagionale dell’anno.

Il legame del Cancro con il nutrimento, il sostentamento e il ringiovanimento si riflette nell’abbondanza di energia e risorse dei mesi estivi.

Modo Cardinale
Il Cancro è il secondo dei quattro segni cardinali dello zodiaco, che racchiudono tutti l’energia elementare dell’iniziazione e della leadership all’inizio delle quattro stagioni. La stagione del Cancro è l’inizio dell’estate, dove la luce e l’energia sono in abbondanza. Questa qualità stagionale definitiva e nutriente è alla base della forte autorità cardinale del Cancro e della sua natura di archetipo.

Elemento acqua
Governato dalla Luna, l’elemento del Cancro è l’acqua, il secondo elemento più pesante, che gli antichi astrologi ritenevano essere la forma fluida, adattabile e al tempo stesso tangibile della materia. L’acqua rappresenta il principio umidificante e coerente che lega e connette tutte le forme della natura.

Senza di essa, nulla di ciò che assume una forma materiale potrebbe “stare insieme”. L’acqua fertilizza la terra in modo che la natura e la creatività possano incubare e fiorire. L’affinità del Cancro per il nutrimento, la protezione e la leadership nel fondere le persone in unità familiari sono tutte affini alla connettività consolidante dell’elemento acqua.

segno zodiacale del cancro
Governanza planetaria del Cancro

Domicilio della luna
Nell’astrologia classica, alla Luna era assegnato il dominio esclusivo del Cancro. La luna è il luminare della notte, un ricettacolo e un riflettore dei raggi vitali del sole, che ci guida nell’oscurità. Classicamente, si pensava che la luna fosse la protettrice della terra, intercedendo tra noi e i raggi audaci, attivi e divini degli altri potenti pianeti.

Come una madre uccello che scompone il cibo in una forma più palpabile, la luna filtra gli intensi raggi cosmici per tutta la vita nel suo “regno sublunare”, in modo che non siamo sopraffatti o distrutti dai loro poteri.
Ci si chiede se gli antichi vedessero i crateri della luna come una prova del fatto che ci proteggeva da potenziali colpi cosmici. Si è osservato che in questi crateri sono all’opera alcune delle qualità materne della Luna, che conferiscono alla Luna in Cancro una potenza e una divinità speciali mentre si trova nel segno del Granchio.

Nel segno acquatico e protettivo del Cancro, la Luna può essere una forza nutritiva, emotiva e intuitiva sulla psiche e sul cosmo, come le piace essere. Indipendentemente dal sesso in cui si identificano, coloro che hanno la Luna in Cancro avranno una forte energia materna, protettiva, emotiva e psichica nella loro natura di base.

Detrimento di Saturno
Governato dalla Luna, il Cancro è in polarità con il segno cardinale di terra Capricorno. Governato da Saturno, il Capricorno è freddo, riservato e fortemente pragmatico. Essendo innatamente pratico, a volte severo e diffidente nei confronti della vulnerabilità, il Capricorno governato da Saturno è in contrasto con il Cancro governato dalla Luna, i cui istinti insulari ed emotivi fanno sì che questo archetipo sia innatamente materno e intuitivo.

Immaginate un Saturno severo e inflessibile nel mondo morbido, sentimentale e un po’ sognatore del Cancro. Il Saturno nel segno della Luna dovrebbe in qualche modo compensare questo “detrimento”, essendo un po’ fuori dal suo elemento in questo ambiente fluido.

Questo può semplicemente significare che i nati con questa collocazione possono tendere ad avere barriere protettive intorno alle loro emozioni, oppure possono mescolare il giudizio di Saturno con l’emotività del Cancro, per essere smodatamente difensivi e autoprotettivi. Può avere un effetto saturniano sull’umore di questi nativi, rendendoli inclini a crisi di tristezza e depressione.

Questa collocazione potrebbe anche indurre il nativo a porsi molte regole e restrizioni quando si tratta di impegnarsi emotivamente con gli altri, e potrebbe essere incline a serbare a lungo rancore se viene ferito o ostacolato. Saturno compensatore in Cancro può anche presentare un forte istinto a proteggere gli altri che sono vulnerabili, nella loro comunità o nella società in generale.

Esaltazione di Giove
Giove, il pianeta della fiducia, della benevolenza e delle opportunità, ha un posto particolarmente esaltato in Cancro. Qui, i poteri jupiteriani di mentalizzazione e affermazione si fondono in modo unico con le qualità nutritive e protettive del Cancro.

Questa collocazione può produrre ottimi insegnanti, genitori, guide spirituali e può amplificare le capacità psichiche del Cancro. A seconda di come o dove Giove nel segno della Luna è collocato nel tema natale di una persona, può essere una collocazione molto fortunata che offre al nativo prosperità e privilegi, che nella sua generosità condividerà senza dubbio con gli altri.

Caduta di Marte
Secondo gli astrologi classici, Marte è esaltato in Capricorno, dove può esprimere in modo unico e costruttivo i suoi tenaci poteri marziali.
Quando si trova nel segno opposto del Cancro, Marte è detto in caduta, il che può non rappresentare una sfida di adattamento così forte come potrebbe esserlo un detrimento, ma mette comunque la forza planetaria un po’ fuori dalla sua zona di comfort. Questo indica che le energie di Marte, tipicamente aggressive e divisive, si presentano come un po’ volatili, in quanto spesso vacillano tra l’essere sovra o sottoutilizzate nella vita del nativo.

Come segno, il Cancro favorisce la distensione, il nutrimento e la guarigione, mentre Marte favorisce l’infiammazione, il confronto e la competizione, per cui l’influenza acquosa del Cancro può limitare la capacità di essere assertivi e di prendere iniziative.
Nell’interesse di non ferire gli altri, i nativi di Marte in Cancro possono reprimere o negare la loro rabbia, causando un’esacerbazione della stessa che si manifesta in modi inopportuni. L’intuizione che i nativi con questa collocazione ottengono nel fondere queste energie molto diverse si trova nel modo in cui creano equilibrio e stabiliscono confini appropriati quando hanno a che fare con la rabbia. Potrebbero dover trovare delle attività per sfogare le loro frustrazioni in modo da non diventare eccessivamente difensivi o protettivi nei confronti di coloro che amano.

Questa collocazione può anche essere vista come l’uso di talenti marziali in modi cancerini. Ad esempio, l’affinità di Marte con il fuoco e i coltelli affilati, unita all’amore del Cancro per il nutrimento, potrebbe produrre cuochi e cuoche appassionati.

Casa del Cancro
La quarta casa
Nel moderno sistema astrologico dell’alfabeto a dodici lettere, ogni segno zodiacale governa una delle dodici case del tema natale. Questa innovazione è stata creata dagli astrologi psicologi per far corrispondere le affinità dei segni ai temi delle case correlate.

Al Cancro è stata assegnata la quarta casa dell’ascendenza, delle radici e della casa, poiché le espressioni acquatiche, emotive e protettive del Cancro sono allineate con le preoccupazioni di questa casa. Poiché il Cancro è governato dalla Luna, ricettiva e riflessiva, invita ad attribuire alla quarta casa una sotto-signatura di nutrimento.

La terza casa
Nell’astrologia classica si diceva che la Luna, dominatrice planetaria del Cancro, trovasse la sua “gioia” nella terza casa dei fratelli, dei vicini e dei viaggi a breve termine nel tema natale. La terza casa era anche chiamata dagli astrologi classici la casa della “dea”, cioè era collegata al passaggio notturno nei misteri del sonno, del sogno e della rigenerazione che la luna governava.

La terza casa è in polarità con la nona, dove si diceva che il sole trovasse la sua gioia, essendo collegata alle peregrinazioni e ai viaggi solari più lunghi e annuali. Al contrario, la luna, con il suo rapido movimento intorno allo zodiaco ogni mese, era associata a viaggi più brevi e locali, intorno al proprio villaggio o quartiere. La luna, di conseguenza, ha una particolare potenza o “dignità” nella terza casa del tema natale.

Caratteristiche del Cancro
Personalità
Governato dalla Luna, i tratti archetipici del Cancro derivano dalle sue qualità ricettive, femminili o yin, che rendono questo segno orientato alla contemplazione e all’impegno con la consapevolezza interiore. Vivo sia in una donna Cancro che in un uomo Cancro, i nati con il Granchio come segno di nascita, di sole o di luna hanno una consapevolezza sensibile, intuitiva e protettiva nel cuore della loro personalità; un’eco delle energie vitali e sostenitrici della stagione estiva.

In quanto segno cardinale, il Cancro assume la leadership nel ruolo di nutrice, ospite, protettrice e custode. I nati con il segno del Granchio in primo piano nella loro carta sono concentrati sulla formazione e sul mantenimento dei legami familiari. Sono naturalmente empatici, sentimentali e amanti della casa.

Punti di forza
I principali punti di forza del Cancro si trovano nella loro natura gentile, generosa e comprensiva. Sempre pronti a ospitare e ad apparecchiare, possono contare sul fatto di nutrire e prendersi cura di amici, familiari e di qualsiasi viaggiatore stanco che si fermi a casa loro. Dotati di forti poteri empatici e di talento per la guarigione, i nativi del Cancro sono in grado di percepire ciò di cui gli altri hanno bisogno, spesso molto prima che essi stessi lo esprimano.

La famosa camminata laterale del Granchio può essere osservata nel modo cauto con cui un nativo del Cancro entra in un ambiente o in un incontro sociale. Tendono a entrare in silenzio, osservando attentamente l’ambiente circostante, prima di aprirsi e rivelare tutto il proprio io. Questo istinto protettivo rende i Cancro bravi a leggere il tono emotivo di una stanza, aiutandoli ad anticipare i pericoli o le crisi.

I nati sotto il segno del Granchio hanno sempre qualcosa di familiare, e soprattutto i nati in questo segno danno l’impressione di averli già incontrati. Questa qualità ha radici nel legame di questo archetipo con il nutrimento e la costruzione di una casa, e spesso fa sì che le persone si sentano immediatamente a casa con loro.

La facilità, la familiarità e la fiducia che ispirano permettono a chi li incontra di aprirsi rapidamente, dicendo al Cancro: “Mi sembra di poter dire qualsiasi cosa” o “È come se ti conoscessi da una vita”. Questa qualità straordinaria è utile ai nativi del Cancro nei loro ruoli e nelle loro professioni, che di solito hanno un aspetto curativo o di assistenza. I nativi del Cancro sono generalmente fermi e leali e, una volta accettati nel loro cuore e nella loro cerchia ristretta, saranno amici per tutta la vita.

Indipendentemente dal sesso con cui si identificano, i Cancro hanno spesso una forte presenza matriarcale nelle loro case, comunità e luoghi di lavoro. I nativi del Cancro hanno una grande simpatia per i perdenti e gli oppressi e, sebbene di solito siano tranquilli e pacifici, tirano fuori gli artigli quando proteggono i vulnerabili. Sono anche attenti a proteggere se stessi, imparando l’importanza di forti confini emotivi ed energetici fin dalla giovane età.

Debolezze
Alcune potenziali debolezze dell’archetipo del Cancro sono radicate nei suoi grandi punti di forza. Sebbene amino creare una casa confortevole, possono diventare così emotivamente e sentimentalmente legati al loro spazio e alle loro cose, che è difficile lasciarsi andare e fare cambiamenti quando è necessario. La loro naturale tendenza a dare, se sbilanciata, può portare i nativi di questo segno a identificarsi eccessivamente con l’essere necessari. Potrebbero essere vulnerabili a proiettare il loro bisogno sugli altri, attivando relazioni di dipendenza.

Gli istinti emotivi del Cancro possono essere protettivi e utili, ma possono anche diventare iperattivi se non si sentono sani e radicati. Questo potrebbe portarli a diventare timorosi, solitari e iper-vigili quando esplorano il mondo esterno. Il gentile Cancro ispira naturalmente fiducia negli altri; tuttavia, questo può essere sfruttato, facendo sì che i nati sotto il segno del Granchio si ritrovino a fare un lavoro emotivo eccessivo e a trattenere il bagaglio emotivo degli altri.

Come tutti i segni d’acqua, il Cancro è vulnerabile all’assorbimento di energie tossiche, quindi se svolge un lavoro di guarigione o di consulenza di qualche tipo, ha bisogno di pratiche di pulizia. Esercizi di respirazione, saune, smudging e visualizzazioni dell’aura protettiva sono tutti modi in cui il nativo del Cancro può mantenere un “guscio psichico” per mantenere la propria energia pulita.

La famiglia, sia essa scelta o biologica, è importante per il Cancro, ma questi nativi devono guardarsi dalla tendenza a essere clandestini, esclusivi e a non fidarsi degli estranei. Ci possono essere buone ragioni per questa cautela, ma è comunque importante che i nativi del Cancro tengano sotto controllo questo riflesso per non ferire, respingere o allontanare chi si sente vulnerabile.

Le forti tendenze matriarcali di questo archetipo sono una risorsa potente, ma possono essere esagerate, manifestandosi in tendenze autoritarie, soffocanti e persino manipolative se il nativo del Cancro cerca di controllare troppo il suo ambiente.

Grazie alla connessione della Luna con il cervello, i Cancro sono famosi per la loro lunga memoria, che li rende inclini a serbare rancore. Gli altri sentiranno il pizzico di parole reattive e talvolta offensive se si mettono contro il Granchio.
I bambini timidi e sensibili del Cancro saranno ben nutriti se si permetterà loro di uscire dal guscio con i loro tempi.

caratteristiche del cancro
Scopo della vita e carriera del Cancro

Mantra e scopo
La voce dell’empatia, dell’intuizione e della sensibilità si esprime nel mantra del Cancro: I feel. Il senso dello scopo del Granchio consiste nel facilitare e alimentare la comprensione, l’espressione e la consapevolezza emotiva. Con forti doti di leadership cardinalizia, questi nativi saranno appagati dall’assumere ruoli di primo piano come capifamiglia, famiglia, comunità e sono spesso impegnati a sostenere il benessere emotivo di chi lavora.

Tutti noi abbiamo il Cancro da qualche parte nel nostro tema natale, quindi possiamo guardare alla casa che il Granchio governa per trovare l’area specifica della nostra vita che affrontiamo in modo nutritivo e intuitivo, o dove abbiamo bisogno di fare appello a una sensibilità empatica cancriana per la padronanza materiale.

Il Cancro al lavoro
La natura premurosa e confortante del Cancro lo rende particolarmente adatto a professioni in cui è necessario usare il suo istinto protettivo e curativo. Questo potrebbe prendere forma in molte professioni e ruoli, ma probabilmente non si troverà in lavori ad alto rischio, stressanti o che si muovono ad un ritmo accelerato. Alcune eccezioni potrebbero essere trovate nell’assistenza sanitaria, dove la loro attenzione e vigilanza in caso di crisi potrebbero essere un vantaggio, o quando cucinano in cucine ad alta energia.

Per il resto, i Cancro amano la pace, la solitudine e gli ambienti intimi in cui svolgere il proprio lavoro. Amano far parte di un gruppo, ma possono preferire la dinamica one-to-one, dove possono creare un contenitore protetto e applicare la loro attenzione indivisa. È molto probabile che, sfruttando il loro istinto di nidificazione, questi nativi trovino il modo di lavorare da casa o di avere un lavoro legato alle visite a domicilio.

Se lavorano in un ufficio o in un edificio moderno, aggiungeranno elementi accoglienti al loro spazio di lavoro per farlo sentire più “familiare”. La loro sezione della stanza del personale, o il frigorifero dell’ufficio, saranno pieni di snack, tè e le loro posate preferite, in modo da sentirsi nutriti e preparati per la loro giornata.

Il legame dei Cancro con la casa li porta a supervisionare molti tipi di alloggi e dimore nella loro professione. Potreste trovarli a gestire alberghi, bed and breakfast o a lavorare come proprietari, amministratori di immobili, ispettori domestici o agenti immobiliari.

L’istinto materno del Cancro rende questi nativi adatti a tutti i tipi di ruoli di assistenza e cura dei bambini. Possono lavorare in case di cura, asili nido, come tate, e probabilmente troveranno soddisfazione nelle pulizie di casa e nelle faccende domestiche.

Le spiccate tendenze curative e assistenziali dei Granchi li rendono adatti ai molti aspetti del nostro sistema sanitario. Potremmo facilmente vederli lavorare come medici di famiglia, pediatri e infermieri.

Il legame del Cancro con il nutrimento e la protezione dei giovani porterà probabilmente molti di questi nativi a insegnare ai bambini. Potrebbero farlo attraverso l’arte e la musica nelle scuole materne ed elementari. Potrebbero anche usare la loro creatività e il loro potere narrativo come autori e illustratori per bambini.
L’assistenza sociale e la salute mentale possono interessare i nativi del Cancro, che possono essere adatti a lavori che favoriscono il benessere emotivo. Potremmo vedere questa espressione prendere forma nel lavoro sociale e anche in ruoli come terapisti e consulenti.

Il lato mistico del Granchio può emergere nel ruolo di sensitivo o medium locale, in quanto offre intuizioni e conforto ai ricercatori spirituali.
I nati sotto il segno del Granchio si dilettano ad apparecchiare la tavola e a creare un’atmosfera confortevole. Il cibo e tutto ciò che lo riguarda è una vocazione naturale per il nativo del Cancro. Può trattarsi di una passione intima e casalinga, oppure di un ruolo di commerciante di cibi raffinati, ristoratore, chef, ristoratore, panettiere, o anche di cameriere o padrone di casa.

Tutti i segni hanno il loro lato creativo e questo può assumere molte forme per il Cancro. Possiamo trovarlo vivo nel talento per il design d’interni e per l’arredamento della casa.

Questi nativi possono anche essere attratti dagli sport acquatici come il nuoto e il surf, e sarebbero degli affidabili bagnini protettivi.

Compatibilità con il Cancro
Quando si esplora la compatibilità generale, è importante considerare più del segno solare, poiché il segno ascendente, la luna e le altre connessioni planetarie racconteranno l’intera storia. Detto questo, i nativi del Cancro tenderanno ad amalgamarsi meglio con i segni d’acqua e di terra, mentre potrebbero dover lavorare di più sulle relazioni con i segni di fuoco e d’aria.

Segni di fuoco

Di tutti i segni zodiacali, il sensibile Cancro potrebbe trovare i segni di fuoco volatili e impulsivi i più difficili da relazionare.

Sebbene la natura timida e cauta del Cancro possa trarre beneficio dalla collaborazione con il calore e l’entusiasmo del fuoco, soprattutto l’Ariete, governato da Marte, potrebbe essere troppo sfacciato e testardo per rilassarsi e sistemarsi con il Cancro. Entrambi sono segni cardinali, quindi potrebbero lottare per la leadership e il controllo del loro ambiente comune. L’Ariete può avere parole impazienti e dure al momento, ma il Cancro non dimenticherà mai la scottatura.

Il Sagittario e il Cancro non hanno nulla in comune dal punto di vista modale o elementare. Questa coppia è insolita e potrebbe avere molte sfide da affrontare per funzionare davvero. Il Cancro è sentimentale e casalingo, mentre il Sagittario è irrequieto e girovago, quindi potrebbero non essere d’accordo su come trascorrere il tempo insieme. Il Cancro, sincero e sensibile, non apprezzerà l’onestà brutale del Sagittario e ne deriveranno molti malintesi.

Il Leone e il Cancro, inoltre, non hanno nulla di elementare o modale in comune, essendo segni zodiacali adiacenti, quindi potrebbero avere difficoltà a relazionarsi e a legarsi sentimentalmente a lungo termine. Il Leone è governato dal Sole estroverso, mentre il Cancro è governato dalla Luna insulare, il che potrebbe creare un legame “gli opposti si attraggono”. È più probabile che questa polarità li tenga sempre divisi come il giorno dalla notte.

Segni d’aria

I segni d’aria sono veloci, rapidi e socievoli, il che potrebbe essere una boccata d’aria fresca nel mondo riflessivo e un po’ lunatico del Cancro, ma nell’intimità il Cancro potrebbe trovare i segni d’aria un po’ troppo ventilati e mutevoli per poterne fare veramente affidamento.
I Gemelli e il Cancro non hanno molto in comune: i Gemelli sono molto socievoli, mentre il Cancro è molto riservato. Il Granchio può spesso scoprire di stare calmando i nervi logori del Gemelli e può avere difficoltà a tenere il passo con le sue chiacchiere mentali. Ma i due potrebbero stancarsi di questa dinamica dopo un po’ e dovranno rispettare i diversi ritmi dell’altro per durare a lungo.

La Bilancia e il Cancro possono lavorare bene insieme, con le nature venusiane e lunari che si fondono più facilmente rispetto agli altri segni d’aria. Il mondo sociale e artistico della Bilancia non sembra sovrapporsi molto alla vita privata del Cancro, ma potrebbero unirsi come co-conduttori di bellissime e intime cene. Alla fine, il Cancro avrà bisogno di ritirarsi e sembrerà più lunatico della Bilancia. Dovranno imparare a gestire queste differenze emotive.

L’Acquario con il Cancro è potenzialmente una coppia impegnativa. Il Cancro è governato dalla Luna che nutre, mentre l’Acquario è governato da Saturno severo e distante. Sebbene l’Acquario possa beneficiare delle attenzioni e delle cure del Cancro, potrebbe non essere naturale per lui ricambiare ciò di cui il Cancro ha veramente bisogno per sentirsi sicuro. Forse sono troppo diversi a livello emotivo per raggiungere un’intimità duratura senza un lavoro consapevole e intenzionale.

Segni d’acqua

I segni d’acqua corrispondono alla vulnerabilità e all’intelligenza emotiva del Cancro con la massima affinità. Sembra che tra loro scorra una corrente psichica e intuitiva che trascende le parole.

Il Cancro con il Cancro è un’accoppiata naturale, in cui condividono molti valori e bisogni simili. È facile che si trovino a vivere insieme e che siano d’accordo nel prendere decisioni importanti per la loro vita. Una potenziale insidia si presenta se sono troppo simili e lottano per il controllo, o se hanno uno stato d’animo intenso nello stesso momento. È probabile che tra loro ci siano abbastanza attenzioni ed empatia per risolvere il problema.

I Pesci ampliano le capacità ricettive del Cancro apportando idee spirituali e filosofiche alla relazione. Si tratta di un’accoppiata complementare che è innatamente intuitiva, mistica e ultraterrena. I due amano la privacy e la solitudine e possono collaborare facilmente a progetti creativi.

Lo Scorpione, governato da Marte, può portare il magnetismo sessuale in una relazione con il Cancro, aiutandolo ad aprirsi alla sensualità e all’esplorazione. Si tratta di un abbinamento magnetico, con entrambi i segni in grado di esplorare insieme i potenti temi del potere e del mistero. Il Cancro, essendo un segno piuttosto intenso, non è intimidito dalla natura profonda e lunatica dello Scorpione. Lo Scorpione può essere a volte un po’ troppo tabù per il timido Cancro, ma questo può essere ciò da cui è attratto, per aiutarlo ad ampliare i suoi orizzonti.

Segni di Terra
I segni di terra apportano un’affinità complementare ed elementare alla relazione con il Cancro, poiché la terra pratica e l’acqua emotiva si fondono bene.

Il Cancro è l’opposto del Capricorno e porta al Capricorno la cura e il nutrimento di cui ha bisogno. I due hanno un legame di attrazione tra opposti, che può completare l’intero quadro o essere troppo polarizzante. Il Cancro ama creare una casa calda, mentre il Capricorno è spesso sposato con il lavoro, quindi se riescono a fondere i punti di forza dell’altro, possono aiutarsi a bilanciarsi a vicenda.

Cancro e Vergine insieme sono una coppia potenzialmente forte. Apprezzeranno la natura coscienziosa, sensibile e riflessiva dell’altro e potrebbero collaborare bene in un’attività comune nel campo della salute o della nutrizione. La Vergine aggiunge dettagli e struttura alla vita nutriente e generosa del Cancro. Le loro vite e i loro approcci si integrano bene e sono compagni naturali.

Il Cancro e il Toro condividono molte affinità e possono essere particolarmente legati dal piacere per il cibo, il vino e i piaceri sensuali. Il Toro, governato da Venere, attira l’amante romantico del Cancro, governato dalla Luna, che è un tipo casalingo, e il Granchio apprezza la natura solidale e affidabile del Toro. Si divertiranno sicuramente molto insieme e si divertiranno a decorare la loro casa per creare un ambiente accogliente.

Salute del Cancro
Costituzione
Nella medicina astrologica classica, quattro temperamenti erano collegati a quattro fluidi vitali e a 4 tipi di costituzione essenziale. Il Cancro è un segno d’acqua ed è quindi associato al temperamento flemmatico, inteso come freddo e umido.

Si pensava che il temperamento flemmatico fosse collegato all’umidità e ai grassi del corpo e alla produzione di flegma, che lubrifica i tessuti e li protegge dalle infezioni. La flemma, tuttavia, può essere fonte di squilibrio per la costituzione flemmatica, essendo spesso prodotta in eccesso quando i Cancro si ammalano, o se diventano inattivi o troppo nutriti. Questo rappresenta una tendenza della costituzione flemmatica a diventare un po’ fredda e stagnante, sia fisicamente che emotivamente.

A causa della loro tendenza agli sbalzi d’umore, i nativi del Cancro possono diventare troppo appiccicosi, sentimentali, ed eccessivamente attenti all’acqua e agli altri liquidi presenti nel loro corpo. I loro tessuti possono diventare impantanati, lassi e intasati da sostanze emotive tossiche, che si accumulano troppo e non vengono adeguatamente ripulite.

I Cancro, in particolare, tendono a essere doppiamente flemmatici, poiché il loro dominatore planetario, la Luna, aggiunge un ulteriore strato freddo e umido alla loro costituzione. Di conseguenza, è importante che i Cancro si mantengano caldi e attivi, e che si guardino dal mangiare emotivamente che può farli sentire fiacchi. Tuttavia, hanno una buona capacità di recupero e rigenerazione e hanno bisogno di dormire molto per ricaricarsi.

Parti del corpo
Nella medicina astrologica classica, l’intero zodiaco era tracciato sul corpo umano, con il Cancro che governava lo stomaco, il tessuto cerebrale e il seno. Essendo flemmatico e sotto il dominio della Luna, tutti i tessuti umidi e grassi sono collegati al Cancro, così come gli organi che forniscono o assorbono nutrimento. Ecco perché lo stomaco e il tessuto mammario sono collegati a questo segno materno e nutritivo.

In astrologia medica, sia Mercurio che la Luna governano il cervello. Mentre Mercurio è collegato all’intelletto e alle risposte del sistema nervoso del cervello, la Luna è collegata a ciò che è stato chiamato “la massa” del cervello; il tessuto adiposo morbido che forma la massa del cervello.
È qui che i poteri di ritenzione e la memoria lunga del Cancro sono stati osservati e compresi secondo questo sistema classico. Di conseguenza, i Cancro dovrebbero concentrarsi sul consumo di alimenti integrali e non trasformati e mantenere il loro corpo e il loro sistema linfatico in grado di far circolare le tossine fuori dai loro grassi e dalle loro ghiandole.

Alleati erboristici
La radice di marshmallow è una pianta veramente lunare. Ha un sapore un po’ dolce e nutriente e ha un effetto lubrificante, riparatore e protettivo sul corpo e sui tessuti. Cresce in condizioni considerate lunari, in terreni umidi e freschi, dove l’umidità è abbondante. Se si soffre di infiammazioni, irritazioni o disidratazione, questa pianta lunare contiene mucillagini umidificanti, un gel che rinfresca e lubrifica le vie respiratorie e digestive.

La corteccia di salice bianco è considerata una pianta lunare fin dall’antichità. Le sue qualità secche e astringenti sono costrittive e riducono il gonfiore e l’eccesso di umidità. Si tratta di un importante antidoto contro l’umidità lunare, l’impantanamento e l’accumulo di liquidi.

La corteccia di salice bianco può essere masticata per alleviare il mal di denti e il dolore generale ed è nota per contenere salicina, un ingrediente dell’aspirina. La corteccia di salice contiene anche flavonoidi che aiutano a ridurre la febbre e le infiammazioni. È un noto antidolorifico per il ciclo lunare, che può essere efficace per i Cancro lunari.

Il verbasco è tradizionalmente una pianta saturniana che offre la medicina dell’antipatia per le condizioni di umidità e congestione di cui può soffrire il Cancro. Le sue foglie secche e pelose indicano la sua affinità con le cilia delle vie respiratorie, che nella costituzione flemmatica possono intasarsi di muco nelle malattie che producono catarro in eccesso. Il tè e le tinture di verbasco sono stati utilizzati per trattare ogni tipo di infezione respiratoria, compresa la tubercolosi, l’asma e la tosse cronica secca. Contiene anche ingredienti lenitivi e mucillagginosi che aiutano a rendere la tosse più produttiva.

Cancro esoterico
I tre decani del Cancro
Ognuno dei dodici segni zodiacali rappresenta una fetta di trenta gradi di una fascia di costellazioni di 360 gradi che gira intorno alla terra. I trenta gradi di ogni segno possono essere ulteriormente suddivisi in tre decani o facce di dieci gradi, ciascuno con il suo sotto-regolatore planetario posto intorno allo zodiaco in ordine caldeo.
Queste facce possono essere utilizzate per la definizione dei rituali magici quando si cerca di evocare e sfruttare il potere planetario della Luna. Nello studio della personalità del Cancro, possiamo utilizzare le facce del Granchio per mettere a punto il sapore e le sfumature dei pianeti o dei punti collocati all’interno di questi gradi decani.

Primo decano del Cancro: Venere
I gradi dal 0 al 9 del Cancro sono governati da Venere, che amplifica il potenziale romantico e creativo dell’archetipo del Cancro per coloro che hanno pianeti nel primo decano. Ci può essere la tendenza a cercare conforto e sicurezza nelle relazioni sentimentali; l’amore e l’attrazione assumono un’importanza animica, curativa e spirituale per coloro che hanno pianeti o punti in questo decano.

Secondo decano del Cancro: Mercurio
I gradi dal 10 al 19 del Cancro sono governati da Mercurio. Questo può accentuare e intensificare l’attività mentale e intellettuale dei nati con pianeti o posizioni in questo decano. Nei gradi, potremmo vedere emergere alcuni dei Cancro più letterari. Il loro stile di comunicazione può essere rilassante e confortante, il che li rende inclini al lavoro di consulenza o di terapeuti.

Terzo decano del Cancro: La Luna
I gradi dal 20 al 29 del Cancro sono governati dalla Luna, fredda e ricettiva. Questo è il domicilio lunare, che illumina le capacità psichiche e intuitive dei nati con pianeti o collocazioni in questo decano. Potremmo vedere emergere consiglieri spirituali, chiaroveggenti, ma anche grandi nutrici e matriarche da questo potente volto del Cancro, che è un luogo propizio per i rituali di magia lunare.

I Tarocchi del Cancro
Arcani Maggiori: Il Carro
La carta dei Tarocchi correlata al Cancro è la numero 7: il Carro. Questa carta raffigura un guerriero equilibrato e benevolo, che parte per un viaggio o una battaglia, con equilibrio e calma. È la carta del guerriero pacifico, emotivo, intuitivo, ma anche potente protettore e difensore dei deboli e dei vulnerabili.

Questa carta appare quando è necessario coltivare questo archetipo dentro di noi, o quando stiamo per intraprendere un nuovo viaggio o un nuovo progetto. Il guidatore è raffigurato mentre imbriglia e guida i cavalli dell’iniziativa e della ricettività. La carta è incoraggiante e fa presagire atti di determinazione, coraggio e forza emotiva.

Il Carro ha echi delle altre quattro carte cardinali degli arcani maggiori. Rispecchia l’amore e l’equilibrio emotivo della carta dell’Amante, la chiarezza di giudizio della carta della Giustizia e accenna anche a tutte queste qualità combinate nel Carro che ci aiutano a trionfare sui vizi materiali del suo opposto, la carta del Diavolo.

Arcani minori
2, 3 e 4 di Coppe
Negli Arcani Minori dei Tarocchi, il seme delle Coppe è associato all’elemento dell’acqua. Qui vediamo i tre decani del Cancro assegnati al 2, 3 e 4 di Coppe, carte associate all’inizio di un ciclo intuitivo e relazionale. Queste carte di Coppe ci aiutano a concentrarci sullo sviluppo delle nostre capacità ricettive e riflessive, in modo da poter sentire la nostra strada verso una migliore comprensione di noi stessi e una maggiore padronanza emotiva.

2 di Coppe: Venere in Cancro
Il 2 di Coppe corrisponde al primo decano o faccia del Cancro. Porta la sotto-signatura affettuosa e benevola di Venere e nel Libro di Thoth era indicata come la carta dell’”Amore”.

Raffigurando due partner che alzano le loro coppe in segno di amore e celebrazione, questa carta appare spesso come l’annuncio di una nuova partnership tra amanti, amici o collaboratori d’affari. Essa allude al sostegno emotivo e alla reciprocità necessari per promuovere la fiducia emotiva e l’intimità, e può simboleggiare il matrimonio o l’avvio di una nuova attività.

La carta “Amore” mostra “l’armonia del maschio e della femmina: interpretata nel senso più ampio. È un’armonia perfetta e placida, che irradia un’intensità di gioia ed estasi…” (Libro di Thoth).

3 di Coppe: Mercurio in Cancro
Il 3 di Coppe corrisponde al secondo decano o faccia del Cancro. Porta la sotto-signatura di Mercurio, rapida e comunicativa, e nel Libro di Thoth era indicata come la carta dell’”Abbondanza”. Questa carta raffigura tre amici che danzano in segno di festa e cameratismo. È una carta molto sociale e creativa, che allude a un nuovo livello di collaborazione in un gruppo armonioso e dinamico.

La carta “Abbondanza” raffigura “il compimento della Volontà d’Amore in una gioia abbondante”. È la base spirituale della fertilità”. (Libro di Thoth)

4 di Coppe: Luna in Cancro
Il 4 di Coppe corrisponde al terzo decano o faccia del Cancro. Porta con sé la sotto-signatura intuitiva e ricettiva della Luna e nel Libro di Thoth era indicata come la carta del “Lusso”. Il numero quattro è un numero stabile che suggerisce un periodo di ritiro.

La figura è rappresentata mentre rivolge la propria consapevolezza emotiva verso l’interno, al fine di disconnettersi dal mondo esterno per ricaricarsi prima di andare avanti. Può alludere alla noia e alla stagnazione che possono derivare dal sentirsi emotivamente spenti o demotivati.

La carta “Lusso” implica “una certa debolezza, un abbandono al desiderio”. (Libro di Thoth

“Iscriviti al mio Canale Telegram”
per non perdere il prossimo articolo gratuito

"La Bibbia dei Tarocchi"

...da 0 a cartomante gitana...

scopri subito i segreti dei Tarocchi !

“dopo il successo in USA, ora anche in lingua Italiana
la raccolta più completa sui Tarocchi”

Edizione Bundle
7 Libri in 1

la bibbia dei tarocchi

Edizione Lite
3 libri in 1

tarocchi e arcani mock up

scopri come partire da 0 a conoscere in modo facile e veloce
gli Arcani Maggiori e Minori dei Tarocchi…
Impara gli schemi di lettura più avanzati
con + di 70 modelli da seguire…
Diventa una VERA CARTOMANTE esperta senza Rivali
con la lettura degli Archetipi e i segreti delle Janare Napoletane…
… E molto, molto altro Ancora!

 ottieni subito il nuovo video-corso di
“introduzione ai segreti dell’esoterismo”

del valore di 297€
Gratis!

social

disclaimer

Templum Dianae è un sito di natura Hobbistica – dilettantistica, con il solo scopo di fornire un servizio di intrattenimento, senza l’intenzione di voler fornire consulti e indicazioni di parere medico o finanziario.

Le informazioni all’interno di questo sito sono a solo scopo informativo ed enciclopedico, e potrebbero non rappresentare il pensiero dell’autore.

L’autore declina ogni responsabilità per l’eventuale uso scorretto ed irresponsabile del materiale all’interno del sito.

“Templum Dianae” in all Languager
are all intellectual property of
Giovanni da Rupecisa