I Berserker e gli Úlfheðinn, da quando hanno fatto la loro comparsa sui campi di battaglia , sono stati forieri di morte e distruzione , tanto da saper ispirare miti e leggende e saper terrorizzare il popolo con le favole e gli incubi sui licantropi…

I Berserker nelle tradizioni Germaniche

I Berserker erano feroci guerrieri scandinavi che avevano fatto giuramento al dio Odino, da loro adorato nella sua forma di “Voden” (letteralmente “furore”).
Prima della battaglia entravano in uno stato mentale di furia, detto berserksgangr, che li rendeva particolarmente feroci e insensibili al dolore.

L’etimologia della parola è incerta: l’ipotesi più accreditata, e più corretta da un punto di vista etimologico, è che il termine derivi da berr – in germanico bär, in olandese beer, “orso”,  baar, “lupo”, o eber “cinghiale”-, in quanto in tempi antichi era costume dei guerrieri vestirsi di pellicce di animali come orsi, lupi,cinghiali e renne.
Altre fonti suggeriscono un’etimologia puramente scandinava secondo cui la parola significherebbe “quelli vestiti con pelli d’orso”, simili agli Úlfheðinn («teste di lupo»).

Snorri Sturluson parla di berserker nella Saga di Egil, nella Hrólfs saga kraka ok kappa hans e nella Saga degli Ynglingar, e Molte saghe descrivono i berserkir come assassini, ladri, saccheggiatori tanto che forse lo stesso Erik il Rosso era un berserkr.

Sembra che i berserkir facessero parte di sette religiose o società di guerrieri. Alcune saghe parlano di gruppi di berserkir con dodici membri dove coloro che desideravano entrare a farne parte dovevano sostenere un combattimento (rituale o reale). Alcuni berserkr cambiavano i loro nomi in björn o biorn, come riferimento all’orso. Il soprannome che adottavano e la loro inaudita ferocia in battaglia generò infatti una leggenda secondo la quale essi si trasformavano letteralmente in enormi orsi durante la battaglia e si diceva che non potessero essere sconfitti, in quanto insensibili al dolore e alla paura, senza ricorrere all’asportazione di parti vitali.

Le Origini dei Berserker

Le Notizie sull’origine di questi guerrieri sono comunementi assenti, anche se Tacito, in riferimento agli Arii (una tribù dei Lugi), menziona gruppi di combattenti germanici con caratteristiche simili.

tuttavia considerando che i Lugi, abitavano proprio all’interno del bacino territoriale dove i primi popoli protocelti si insediarono tra il 4-3 mila a.c , e che gli stessi Germani nelle loro migrazioni assorbirono i culti e le arti della valle del reno celtica, è possibile rintracciare usanze simili anche tra i popoli celti.
Noto ta i romani infatti il famosissimo “furor Gallicus”, i cui effetti sembrano coincidere con gl istessi della famossiima furia berserkr, ma non mancano ulteriori analogie, infatti i capiguerra celti (dux bellorum in latino) portavano l’appellattivo di “Artur” (grande Orso – historia brittonum), e le fonti suggeriscono che la guardia “reale” di questi “Artur” fosse  composta da una elitè di 12 guerrieri.

i “berserker” di Artemide

se la pista dei celti si rilevasse corretta allora potrebbe essere altrettanto corretto (vista la radice comune tra i popoli celto-elleni) ipotizzare un collegamento con  i culti dell’arcadia dedicati a Zeus Liceo ed a Artemide Orsa, come illustrato nell’artico dedicato ai culti dell’arcadia.

infatti è noto come i seguaci del culto di “Zeus liceo” (lupo), dopo un culto d’iniziazione con pratiche di cannibalismo si “trasformassero” in lupi selvatici e fossero invasi da una potente furia, (forse anche per il consumo del ciceone comune non solo ai riti-elesuini)
Per quanto riguarda il culto di Artemide si sa che le sacerdotesse subivano una “trasformazione” in Orse, ma non che fossero invase dalla furia guerriera, tuttavia il culto era sempre collegato a Zeus, anche se in epoche ancora più remote, la divinità collegata a questi due culti iniziatico-sciamanici era Kallisto, che fu poi trasformata in orsa…

Se il collegamento esiste, potrebbe essere importante conoscere studiare i culti dell’arcadia per conoscere meglio le successive tradizioni degli antichi uomini orso…

 

“Iscriviti al mio Canale Telegram”
per non perdere il prossimo articolo gratuito

"La Bibbia dei Tarocchi"

...da 0 a cartomante gitana...

scopri subito i segreti dei Tarocchi !

“dopo il successo in USA, ora anche in lingua Italiana
la raccolta più completa sui Tarocchi”

Edizione Bundle
7 Libri in 1

la bibbia dei tarocchi

Edizione Lite
3 libri in 1

tarocchi e arcani mock up

scopri come partire da 0 a conoscere in modo facile e veloce
gli Arcani Maggiori e Minori dei Tarocchi…
Impara gli schemi di lettura più avanzati
con + di 70 modelli da seguire…
Diventa una VERA CARTOMANTE esperta senza Rivali
con la lettura degli Archetipi e i segreti delle Janare Napoletane…
… E molto, molto altro Ancora!

 ottieni subito il nuovo video-corso di
“introduzione ai segreti dell’esoterismo”

del valore di 297€
Gratis!

disclaimer

Templum Dianae è un sito di natura Hobbistica – dilettantistica, con il solo scopo di fornire un servizio di intrattenimento, senza l’intenzione di voler fornire consulti e indicazioni di parere medico o finanziario.

Le informazioni all’interno di questo sito sono a solo scopo informativo ed enciclopedico, e potrebbero non rappresentare il pensiero dell’autore.

L’autore declina ogni responsabilità per l’eventuale uso scorretto ed irresponsabile del materiale all’interno del sito.

“Templum Dianae” in all Languager
are all intellectual property of
Giovanni da Rupecisa

scopri il nuovo corso di "introduzione ai segreti dell'esoterismo" Gratis

scopri subito le 3 Video Lezioni Dove Ti Insegno:

  • Cosa Devi Fare Se Vuoi Imparare Seriamente L’esoterismo
  • Come Scegliere Un Libro Di Esoterismo Di Valore
  • Quali Sono I Testi Migliori Per Iniziare